Approfondimenti

Heike Monogatari: un anime nato da un incendio

La Science Saru (Devilman Crybaby), ha annunciato la produzione di un nuovo anime: Heike Monogatari. L’anime è tratto dall’omonimo racconto tradizionale giapponese, risalente al XIV secolo

Alla direzione dell’anime ci sarà niente popò di meno che Naoko Yamada, veterana dello studio Kyoto Animation, per il quale ha diretto opere del calibro di La Forma della Voce ed i meno conosciuto, ma altrettanto meritevoli Tamako Love Story; Liz and the Blue Bird
“Ed allora perché è un annuncio agrodolce?” vi starete chiedendo. Dovete sapere che la politica interna di KyoAni, unica tra tutti gl studi di animazione, prevede che ogni suo animatore e componente dello staff sia messo sotto contratto indeterminato. Ciò significa che nessuno degli addetti ai lavori in KyoAni è un freelancer, e quindi non possono stipulare contratti di lavoro legati a singoli progetti  con altri studi di animazione
Per cui, l’annuncio come regista della Yamada di un anime prodotto dalla Science Saru significa una sola cosa: la Yamada ha lasciato la KyoAni
Il pensiero sul perché la regista abbia lasciato lo studio con le migliori condizioni di lavoro di tutto il Giappone porta sempre allo stesso evento: l’incendio mortale del 18 luglio 2019. Un evento che mi spezza il cuore al solo ricordo, e probabilmente è accaduto lo stesso alla Yamada. Ritornare a lavorare in un ambiente in cui sono morti 24 colleghi di lavoro non dev’essere stato facile per i dipendenti, e per alcuni come la Yamada, impossibile. 
Ed è per questo che l’annuncio di Heike Monogatari è agrodolce, perchè da una parte ritorna al lavoro una regista amata dagli appassionati di animazione, dall’altra perchè la sua sola esistenza ricorda una tragedia che ha colpito tutti noi.
Commenti Facebook