Recensione: Mawaru Penguindrum [No Spoiler]

Mawaru Penguindrum

Mawaru Penguindrum è un anime composto da 24 episodi ideato e diretto da Kunihiko Ikuhara ed animato dallo studio Brain's Base nel 2011.
La storia ruota intorno alle vite dei fratelli Takakura: Shouma, Kanba e Himari. Un giorno, mentre sono in visita all'acquario, Shoma compra come souvenir a Himari un cappello a forma di pinguino, ma, da lì a pochi minuti, Himari collassa e muore. Il destino, però, vuole che lei torni in vita. All'obitorio Himari si rianima: il miracolo viene compiuto dal cappello, che, posseduto da una misteriosa entità, stringe un patto con i due fratelli; l'entità manterrà Himari in vita se in cambio i due ragazzi riusciranno a trovare il Penguindrum.

I temi principali affrontati dall'anime sono due: il Destino e l'Amore.
Al contrario di ciò che si potrebbe pensare, l'anime non si pone la domanda "Esiste il destino?". L'intera serie è un lungo viaggio a capire in che modo il destino influenzi gli uomini e le loro vite e se esso sia qualcosa di positivo o negativo per loro. Nell'anime avremo due mentalità contrapposte: da una parte i fratelli Takamura, convinti che il destino sia quasi "una forza irrazionale" che non causa altro che sofferenza, dall'altra Ringo (un personaggio che verrà presentato nei primi episodi) convinta invece che tutto ciò che accade sia voluto dal destino e che, perciò, ogni cosa abbia un senso.
Mawaru Penguindrum Al destino, in Mawaru Penguindrum, è indissolubilmente legato l'amore che è la forza che spinge i personaggi ad agire. Per amore non si intende soltanto quello tra due innamorati, ma è inteso anche, e soprattutto, l'amore fraterno. Mawaru Penguindrum dà una visione molto ampia dell'amore, non racconta una storia d'amore, parla d'amore. Da questa serie non ci si deve aspettare, neanche lontanamente, un anime sentimentale nel senso più "classico" del termine. Ogni personaggio vivrà l'amore in modo completamente diverso e questa è una delle caratteristiche che più contraddistingue Mawaru Penguindrum.
Mawaru Penguindrum è un'opera che ti colpisce dal profondo, ognuno la vive in modo differente e questo dipende molto da ciò che abbiamo vissuto tempo addietro. E' un anime che vi porterà a riflettere e reinterpretare ciò che vi è accaduto in passato, anche avvenimenti molto importanti, come se fossero realmente stati dettati dal destino. Chiunque l'ha visto ha potuto ricollegare piccoli eventi, anche stupidi, ad altri molto importanti che gli hanno cambiato la vita; ciò rende questa serie un'opera straordinaria.
Mawaru Penguindrum I personaggi di Mawaru Penguindrum sono meravigliosi. Definirli personaggi sarebbe riduttivo, sono a tutti gli effetti "uomini". Sono reali e chiunque potrebbe rispecchiarsi in uno di loro. Potreste tranquillamente dire "Diavolo, quello sono io!". Ognuno ha un suo modo di vedere il destino, l'amore e la vita. Ogni personaggio è unico, ha il suo carattere, i suoi desideri e il suo passato.
Nonostante Mawaru Penguindrum abbia un cast molto ampio, nessun personaggio è lasciato a se stesso. Anche negli anime più belli capita che ci sia quasi un abisso tra la caratterizzazione dei protagonisti e quella dei personaggi secondari, ma in Mawaru tutto ciò non accade. Tutti hanno lo spazio che meritano, tanto che risulterà difficile definire Tabuki e Ringo appunto "personaggi secondari".
Mawaru Penguindrum è molto metaforico, non va guardato in modo superficiale, ma nel finale, mettendoci un pochino di attenzione, tutto avrà senso, non lasciatevi scoraggiare.

Se vi siete interessati a quest'opera non vi resta dunque altro da fare che guardarla! VVVVID - Mawaru Penguindrum

E con questo possiamo dare inizio alla Strategia di sopravvivenza!

Bishop feat. Heichou



Affiliati:
                       

Copyright (c) Le Giappominkiate Degli Anime. Tutti i diritti riservati.
Design iniziale di olwebdesign.com
Info Login
Versione Mobile


Addresses:
Bitcoin (BTC): 19CaDbv26Fi5CCm8vfM7h3ruMUzLnguvSP
Ethereum (ETH): 0xF5f059D4A394d6718174520362c19Eb0A1bd730B
Litecoin (LTC): LNHQBiw1GDwqb4XgFkQcnhzVHLxqgNiMEr